Quanto è vero il detto “Sbagliando si impara!” - Luigi Negretto

Non c’è mai stato un momento migliore per vivere. Nonostante i massicci cambiamenti sociali, economici e finanziari, dobbiamo renderci conto che siamo all’inizio di una nuova era. Il nostro successo è determinato dalla nostra volontà di investire in noi stessi. La questione quindi è se vogliamo farci carico di questo sforzo e differenziarci dalla massa.

Rispondendo di si, ci mettiamo nella condizione di decidere che direzione vogliamo dare alla nostra vita. Diventiamo consapevoli che il responsabile ultimo di quello che succede siamo noi.

Abbiamo bisogno di una nuova mentalità, nuovi modi di pensare, perché i nostri pensieri sono ciò che anticipa le nostre azioni e ciò che determina il nostro futuro.

Ebbene, delle migliaia di cose che possiamo pensare la più potente è quella di ristrutturare la percezione delle cose che accadono intorno a noi. Creare una nuova cornice sulle situazioni che sperimentiamo. Cosa vuol dire? Ecco alcuni esempi:

Come vivi l’errore? Come reagisci di fronte ai tuoi errori? In che stato d’animo ti getta il fallimento? Se cominci a vedere l’errore come un informazione e non come un punto di arrivo, la tua mente inizia a lavorare meglio. Supera la frustrazione di avere sbagliato pensando che l’errore non è altro che un’utile informazione rispetto alla destinazione finale, è un regalo che la realtà dei fatti ti dona affinchè tu possa modificare il tuo comportamento. Invece di evitare gli errori, esponiti ad essi, controllali, fai in modo che ce ne siano tanti di piccole proporzioni. Accettali e impara. Fatti guidare dagli errori, ma non permettergli di tirarti giù di morale.

Trasforma i tuoi obiettivi in sfide, accetta che durante il cammino verso il raggiungimento degli obiettivi quello che ti aspettavi è completamente diverso da ciò che incontri. Accetta e impara a correggere il tiro. Senza gli errori non sai come fare per avere successo. Trasforma il fallimento in un prezioso insegnamento. Opera questa trasformazione dentro la tua testa, nei tuoi pensieri e comincerai a vedere le cose che ti si parano di fronte sotto una nuova luce.

Non limitarti a leggere queste righe e annuire con la testa, non stai imparando nulla. Abbi il coraggio, di fronte a te stesso, di sbagliare. Sbaglia, vergognati, sentiti sbagliato, sentiti sfigato, ma quando succederà, torna in te, prendi il timone di te stesso e pensa con le stesse parole di questo articolo, solo in quel momento saprai la differenza tra leggere e imparare. Solo in quel momento realizzerai quanto utile sia pensare diversamente agli errori.

Da ora in poi vedrai gli errori con una diversa prospettiva. Spesso, però, ci sono degli errori futili che sono figli di una cattiva comunicazione. Puoi imparare ad eliminarne un pò imparando dai migliori a comunicare bene.