Favorire il pensiero strategico con un piccolo accorgimento - Luigi Negretto

Non siamo fatti per il multitasking e la confusione mina la nostra capacità più preziosa come esseri umani, il pensiero strategico. Più il tempo passa e più mi rendo conto di quanto sia importante prendersi sempre il tempo per pensare prima di agire. Solitamente quest’attività non viene svolta perchè il tempo non è mai sufficiente per fare tutto. Siamo talmente ansiosi di dover portare a termine i compiti assegnati o programmati che tralasciamo di fare le cose importanti. Ci comportiamo come il boscaiolo di questa storia:

[feature_box style=”10″ only_advanced=”There%20are%20no%20title%20options%20for%20the%20choosen%20style” alignment=”center”]

Qualche anno fa stavo passeggiando nel bosco, quando all’improvviso mi trovai davanti un boscaiolo tutto intento a segare un albero. “Cosa sta fecendo?” gli chiesi. “Non vede?” rispose seccamente “sto segando quest’albero”. “Ma lei sembra sfinito”, esclamai, “da quanto state segando?”. “più di 5 ore” rispose “e non ne posso più. Questo lavoro è massacrante”. “Beh, perchè non si ferma un attimo per affilare la lama della sega? sono sicuro che poi farebbe molto più in fretta” suggerii. “Non ho tempo per affilare la lama” mi rispose in tono irritato “sono troppo impegnato a segare”.

[/feature_box]

Se trovassimo sempre il tempo di pensare prima di agire potremo essere illuminati da scoperte molto utili, come ad esempio quella di scoprire che alcuni ricercatori della Princeton University hanno verificato che le prestazioni relative al pensiero strategico diminuiscono drasticamente quando gli oggetti nel campo visivo sono in disordine e questo vale anche per il disordine digitale. In altre parole questo significa che ogni cartella sul desktop, ogni finestra del browser aperta, ogni applicazione è un invito a distrarsi. Vale quindi la pena fare attenzione a ciò che visualizziamo durante le ore di lavoro.

Consideriamo, poi, la questione più in generale e pensiamo agli incidenti mortali che avvengono a causa dell’utilizzo degli smartphone durante la guida. L’invasività delle notifiche durante la giornata può essere “mortale”.

La prima cosa da fare, quindi è dare una bella ripulita alle applicazioni sullo smartphone. Procedete in questo modo:

[bullet_block large_icon=”0.png” width=”” alignment=”center”]

  • prendete in considerazione tutte le applicazioni del vostro telefono ed eliminate quelle inutili,
  • mettete in prima pagina quelle veramente importanti.
  • Poi identificate le applicazioni che più vi fanno perdere tempo e nascondetele o meglio rendete difficile l’accesso. Ad esempio potreste inserirle dentro a cartelle in cui avete raggruppato applicazioni simili.

[/bullet_block]

Questa difficoltà ad accedervi sarà un deterrente per i vostri “ladri di concentrazione”. La stessa operazione deve essere fatta anche sul tablet e sul PC.

[headline style=”6″ align=”center” headline_tag=”h2″]

Con un ambiente di lavoro lineare e pulito, la vostra capacità di pensare in modo strategico aumenterà notevolmente.

[/headline]

Vuoi fare il primo passo?

Ma soprattutto quello giusto?

Scarica la Guida “Decripta l’algoritmo di LINKEDIN”