Le 3 semplici attività per trovare TANTI clienti su Linkedin (e su tutti gli altri Social Media 😉)

  • Crea
  • Pubblica
  • Coinvolgi

Come avrai già capito, costruirsi la propria reputazione e presenza on line, significa “intercettare” i tuoi potenziali clienti durante le loro ricerche “digitali”. Se lavori nel campo del B2B DEVI sfruttare Linkedin. tuttavia, le cose riportate in questo articolo funzionano su qualsiasi piattaforma.

Sicuramente non vivi in una “Grotta” e quindi ti sarai accorto che sfruttare Internet può portarti enormi benefici. Le statistiche ci dicono che

  • I venditori che utilizzano i social media hanno il 51% di probabilità in più di raggiungere i loro obiettivi di vendita.
  • Attirano il 45% di opportunità in più e vendono il 78% in più di chi non usa Internet e i Social Network (LinkedIn in primis).

*** il neo allo stato attuale è rappresentato dal fatto che molti utenti sono focalizzati sulla Vendita e non abbastanza sul generare valore per i potenziali clienti. Ecco perché regolarmente ci ritroviamo a ricevere inviti fasulli di entrare in connessione con qualcuno (…che 5 secondi dopo aver accettato ci inviano il loro fantastico Catalogo ☹

Quanto segue è stato pensato per LinkedIn, ma se i tuoi potenziali clienti sono su Twitter o Facebook, queste strategie sono comunque valide.

Crea

Costruire il pubblico giusto su LinkedIn è un passaggio cruciale che troppo spesso viene ignorato. Molte persone sbagliano la loro strategia di lead generation di LinkedIn creando e pubblicando un sacco di contenuti senza preoccuparsi di farlo vedere alle persone giuste.

  • Chi è il tuo cliente ideale?
  • A che settore appartiene?
  • Che ruolo ha in azienda?
  • Ecc.

Dedica 10  minuti al giorno per questa attività e ti ritroverai ad avere una rete di contatti “sana”

Pubblica Articoli regolarmente

Se creare le giusta rete di contatti si può paragonare ad andare di persona ad un evento dal vivo, allora pubblicare contenuti “giusti” significa iniziare a parlare con il tuo pubblico.

È fondamentale pubblicare contenuti, perché i potenziali clienti B2B desiderano informarsi. Il 91% degli acquirenti B2B classifica LinkedIn come primo sito per contenuti professionali e pertinenti.

Perché i contenuti sono importanti?

Perché più del 50% dei tuoi potenziali clienti ritiene Linkedin il canale più influente durante il processo di ricerca…ciò significa che essendo regolare con la pubblicazione dei contenuti, ti pone come esperto del tuo settore e di conseguenza puoi influenzare le decisioni di acquisto di oltre la metà dei tuoi potenziali clienti. 😊

Per iniziare, segui queste tre regole:

  • Pubblica almeno 2 volte a settimana (per iniziare). Utilizza i tempi “morti” della tua giornata lavorativa. Se, invece trovare il tempo per pubblicare ti risulta faticoso, prenditi mezza giornata e crea una decina di post, da pubblicare successivamente (magari con strumenti con cui puoi pianificare la pubblicazione).
  • Crea contenuti di facile lettura. Usa un titolo forte. Diversifica i tuoi contenuti. Usa gli hashtag (ma solo fino a tre, ed è meglio aggiungerli alla fine). Non pubblicare link nel post, ma mettili nei commenti. Non scrivere Post per promuovere i tuoi prodotti e basta, ma bilanci dei post di Valore (per chi legge) con post che parlano dei tuoi prodotti o servizi.
  • Dai valore, valore e valore. La maggior parte dei tuoi contenuti dovrebbe consistere nell’insegnare qualcosa al tuo pubblico, prendere una posizione su un argomento, pubblicare qualcosa che hai imparato o chiedere alla tua rete la loro opinione.

Coinvolgi la tua Rete di contatti

Creare la giusta rete di contatti e pubblicare spesso contenuti di alta qualità è un ottimo inizio, ma devi fare di più…un ultimo passetto.

La pubblicazione di contenuti di valore attira i tuoi potenziali clienti. Ma per trasformarli in clienti, devi coinvolgerli.

Parla con il tuo pubblico, non al tuo Pubblico. Costruire un rapporto e la giusta relazione attraverso la conversazione (anche attraverso i commenti) produrrà contatti di maggiore qualità rispetto alla sola pubblicazione.

Dedica 10 minuti al giorno per interagire con i post del tuo pubblico. Il coinvolgimento può essere un like, una reazione o un commento. Ma ricorda che i commenti sono i migliori, soprattutto se hai qualcosa di prezioso da aggiungere.

C’è solo 1 regola. Quando fai commenti ai post non tentare di vendere qualcosa.

Se qualcuno commenta il tuo Post, tu rispondi.

Commentare un post può essere qualcosa di leggero e breve, oppure può essere una risposta approfondita e tecnica che genera un’opportunità. Qualsiasi cosa sia, questo dovrebbe essere il tuo naturale modo di operare in Linkedin.

Ora tocca a te Creare, Pubblicare e Coinvolgere

La principale “scusa” addotta da chi non usa questa strategia è la mancanza di tempo. Ma 9 volte su 10 quando posso approfondire, scopro che non è il tempo che manca ma l’organizzazione della persona.

In ogni caso, se vogliamo parlare di Tempo, possiamo calcolarlo facilmente.

Servono 10 minuti per ognuna delle attività descritte, TUTTI I GIORNI, quindi 10 minuti per Creare, 10 minuti per Pubblicare e 10 minuti per Coinvolgere, in tutto fanno 30 minuti al giorno. Se vogliamo stare larghi 1 ora al giorno.

Se fai fatica a trovare 1 ora al giorno, devi cambiare la tua Agenda giornaliera. Non si tratta di lavorare un’ora in più ogni giorno, ma di fare posto nella tua agenda e inserire (a discapito di altre attività meno produttive) quanto ti serve.

Il tempo dedicato a questa attività ti tornerà indietro con interessi positivi che ripagheranno tutti i tuoi sforzi…devi solo avere un po’ di pazienza.

Se invece, vuoi accelerare ed iniziare a vedere subito dei risultati apprezzabili, puoi farti aiutare leggendo questa la guida per imparare ad utilizzare LinkedIN al meglio. Clicca qui:

SCARICA LA GUIDA GRATUITA

2 Comments

  • bruini paolo

    Reply Reply 25 Giugno 2020

    voglio migliorare tutto e vorrei cresce e far crescere serenamente anche i miei colaboratori.

    • Luigi Negretto

      Reply Reply 25 Giugno 2020

      Paolo, questo è il sogno di tutti 🙂 Ma, il segreto è iniziare da una cosa alla volta. Qual’è la cosa più importante, oggi? Adesso?

Leave A Response

* Denotes Required Field