Impara a lavorare meno e meglio con alcuni piccoli accorgimenti

Il mito del professionista di successo che lavora senza sosta è una panzana inventata dagli scrittori e dai produttori cinematografici per vendere i loro prodotti e contribuire alla cultura del superuomo carismatico.

Quest’idea ha bruciato le vite di moltissime persone e rovinato famiglie, senza produrre effetti rilevanti per il business.

Spesso si crede di dover lavorare di più, magari svegliandosi prima alla mattina, per conseguire risultati migliori. Ma ancora una volta la scienza ci dice che non è così, infatti entrando nel dettaglio delle perfomance del nostro sistema cognitivo, si scopre che

Il nostro cervello raggiunge il massimo dell’attivazione circa 2 ore dopo la sveglia

Capite, 2 ore dopo! Con questo concetto chiaro in testa, si può cambiare il nostro modo di vivere per dare il 100%. Si tratta di creare delle buone abitudini per ottimizzare le nostre ore di massima produttività. Ecco di seguito come può cambiare la nostra giornata.

I primi 10 minuti.

Arrivati in ufficio è buona abitudine rimanere seduti alcuni istanti senza fare nulla e in silenzio, poi invece che mettersi subito a lavorare con il pc o altro, vale la pena pensare a che punto siamo rispetto agli obiettivi da raggiungere. Si deve pensare a cosa dobbiamo fare per progredire in tal senso, andando a identificare le azioni veramente importanti da fare nella giornata. Potremo aver scritto il giorno prima qualcosa a riguardo oppure potremo stilare una classifica delle cose importanti seduta stante. Infine dare un’occhiata all’agenda per vedere se c’è qualcosa da modificare o se serve introdurre delle cose nuove.

Quindi:

  • Arriva in ufficio
  • Pensa a che punto sei con i progetti in corso
  • Pensa a cosa devi fare oggi per progredire, identifica le azioni veramente importanti
  • Guarda l’agenda e vedi se c’è qualcosa da modificare

Ore di punta.

Dato che le cose importanti sono anche quelle più impegnative, inizia sempre con un’attività piccola e semplice che tu possa svolgere e completare in modo da sperimentare un senso di soddisfazione. Poi inizia con l’attività peggiore. Si, proprio così, nell’ora di massima concentrazione anche la nostra volontà è al top e quindi riusciamo ad imporci la giusta disciplina per eseguire le attività importanti più rognose. Questi sono alcuni consigli per ottenere il massimo da queste ore così importanti: prendi qualche minuto per parlare con i colleghi, fai qualcosa che ti metta di buon umore. Ricorda di difendere a spada tratta le tue ore di punta, ne va della tua performance.

Quindi:

  • inizia e completa un’attività facile per entrare nel mood giusto
  • lavora sodo sull’attività più impegnativa
  • trova qualche minuto per allentare la tensione

Gli ultimi 15 minuti.

Finire bene la giornata è importante tanto quanto iniziarla. Quindi ecco cosa fare: pensa a cosa hai fatto nella giornata e cosa deve essere ancora fatto, dai un’occhiata al calendario e vedi cosa ti aspetta per domani, infine scrivi le 3 cose importanti da fare domani. Facendo in questo modo, il tuo cervello inizia a lavorare in background alla ricerca di soluzioni creative e idee nuove. Così, senza sforzo il tuo cervello inizia a lavorare per risolvere i problemi.

Quindi:

  • pensa a cosa hai fatto e cosa devi fare ancora
  • guarda l’agenda di domani
  • scrivi 3 cose importanti che dovrai fare il giorno dopo

Un’altra utilissima attività da fare è quella di riflettere, pensare e scrivere cosa si è imparato, cosa si è ottenuto e i progressi fatti.

Infine sistema la tua scrivania, togli tutto quello che può distrarti dalle attività importanti e chiudi tutte le app o le finestre che non sono strettamente connesse con le attività importanti che dovrai svolgere per prime l’indomani.

Tutto chiaro no?

Leave A Response

* Denotes Required Field